Abissino

http://bellefoto.myblog.it/photos/02/00/1003162454.jpg

STORIA

L’origine dell’Abissino è ancora oscura, alcuni esperti riscontrarono una notevole rassomiglianza con il gatto adorato dagli Egizi, nel 2000 a. C. Fu probabilmente il gatto più amato e venerato di quel tempo, la sua immagine fu infatti ritrovata dipinta su templi e tombe della Nubia. Verso il 1860, un gatto di nome Zula insieme ad altri simili, fu esportato dall’Abissinia (Etiopia) in Gran Bretagna. Iniziarono quindi numerosi accoppiamenti con gatti rossi e Silver Tabby e pian piano, grazie ad un rigoroso programma di selezione, si determinò la nascita della prima stirpe europea degli Abissini. Riconosciuta in Inghilterra nel 1882 e presentata all’esposizione felina del Cristal Palace di Londra nel 1883, questa razza scomparve quasi totalmente nella prima guerra mondiale, per riapparire nel 1929, periodo durante il quale venne fissato lo standard ufficiale di razza.

COM’E’ FATTO

L’ Abissino è un gatto dai colori intensi,di taglia media e dall’aspetto armonioso e ben proporzionato. Agile e flessuoso, ha una muscolatura ben sviluppata,potente e asciutta. Ha il dorso leggermente arcuato ed è dotato di una sua naturale eleganza. La varietà europea ha corpo più robusto,testa grande ed è più irrequieta;la varietà americana ha corpo più longilineo,zampe lunghe ed è più dolce

Taglia: media (intorno ai 4 kg la varietà europea,tra i 2,5 e i 3,5 kg la varietà americana).

Testa: è racchiusa in un triangolo dagli angoli arrotondati. Sopracciglia,guance e linee del profilo mostrano contorni morbidi.

Orecchie: larghe alla base e moderatamente appuntite,sono portate in posizione vigile e sono piuttosto distanziate tra loro. Il pelo sulle orecchie è molto corto.

Occhi: grandi,brillanti,espressivi e a “mandorla”,sono sottolineati da un bordo nero. Possono essere nocciola,verdi o gialli. Non devono essere né tondi né di forma troppo allungata.

Muso: non deve essere né appuntito né squadrato,il mento arrotondato, non deve essere né sporgente né prominente.

Zampe: lunghe e sottili, terminano con piedi piccoli,compatti e di forma ovale. Le dita dei piedi sono cinque davanti e quattro dietro. L’ Abissino è ben sollevato da terra e deve dare l’impressione di muoversi sulla punta dei piedi.

Coda: lunga, è spessa alla base e si assottiglia verso l’estremità.

Mantello: soffice,folto e sempre lucido. Ha il pelo corto e uguale su tutto il corpo,è ben aderente alla pelle.

La pelliccia ha un’alternanza di bande chiare e scure su ogni singolo pelo, detta ticking. Si tratta di una caratteristica degli animali selvatici,che consente loro di mimetizzarsi meglio nell’habitat in cui vivono. La colorazione non omogenea è il risultato di un gene mutante,conosciuto come gene “Abissino Ta”.

Colori:

Lepre : tonalità bruno-rossastra,con base del pelo albicocca e punta nera;

Sorrel: base rosso ramata con ticking bruno-cioccolato;

Blu: base avana rosato con ticking grigio acciaio;

Fawn: base crema pallido con ticking avana scuro;

Silver: nella quale si ritrovano i colori citati,ma con la base del pelo bianco argento e la punta colorata,che dà origine ai colori silver lepre,silver blu,silver cinnamon e silver fawn.

In alcuni felini sono presenti marcature tabby sulla testa,sulla coda e sul petto che si presentano sopratutto nei gattini e tendono a scomparire con la crescita.

CARATTERE

Molto affettuoso,è socievole e curioso.

Si affeziona ad una sola persona.

Ama molto passeggiare:si adatta anche ad essere portato al guinzaglio.

Vivace e talvolta turbolento,ha bisogno di spazio per giocare.

La sua curiosità lo spinge ad esplorare tutti gli ambienti in cui vive.

Non teme particolarmente il freddo.

E’ adatto alla vita in appartamento

Se da un lato l’Abissino rappresenta un vero piacere per gli occhi,dall’altro bisogna dire che vivere con un Abissino è una esperienza esaltante come esaltante è il suo carattere:fiero ma non altezzoso,ribelle e refrattario a qualsiasi costrizione ma non collerico e neppure vendicativo,è un gatto di eccezionale equilibrio,un adorabile gatto da compagnia e soprattutto è un gatto che ama vivere in compagnia. Si trova perfettamente a proprio agio in mezzo alla gente e sa usare ogni minima parte del suo corpo per accentrare tutte le attenzioni di su di sé :ha la capacità di vocalizzare i suoi desideri e pur di raggiungere lo scopo riesce a modularli, regolandone l’intensità. E se ciò non bastasse può mettere in moto fusa veramente rumorosissime ( circa due volte più rumorose e potenti rispetto a qualsiasi altra razza di gatti ) e divertenti moine acrobatiche. In realtà la sua agilità e il suo dinamismo a volte sono un po’ eccessivi,basta un nulla per eccitarlo e scatenarlo in una infinita ridda di salti e balzi ,di corse irrefrenabili e di scalate impossibili.. Le sue ricariche sono inesauribili come infinita è la sua destrezza,sempre teso,dinamico,ipercinetico,pronto a scattare al minimo fruscio. Ci vuole molta fermezza nella voce,serenità e pazienza per calmare e porre freno a tanta esuberanza e per sopportare anche qualche danno di troppo. In effetti questo può essere limitante ma l’eccessiva vivacità è compensata da momenti di tenerezza,slanci d’affetto e da una carica di simpatia che solo pochi gatti riescono a trasmettere. Furbo e ladro all’inverosimile, probabilmente perché dotato di una fame insaziabile,riesce a rubare di tutto e in tutte le situazioni:nulla lo limita,tanto meno sgridarlo o punirlo.

Lascia un commento